Adesso che sono genitore,
confuso e spesso inadeguato,
riesco a comprenderne il valore
da figlio più volte giudicato.

Da padre è tutto differente,
capisco che è facile sbagliare,
rifare gli errori della gente,
gli stessi che provo ad evitare.

Ripenso ai miei e al loro impegno,
a sforzi che davo per scontati,
consigli respinti che oggi insegno
nel gioco di ruoli già cambiati.

È il tempo che segue la sua prassi
un figlio che sfida il genitore
e il padre che ne sostiene i passi
fin quando non capirà l’errore.

0 91

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.