Avete rubato futuro e speranze
mentendo impudenti all’intera nazione,
coperto gli scempi con nuove alleanze,
a dirlo è la storia, non è un’illazione.

Adesso fingete accorate premure,
spacciando interessi per savia prudenza,
così ai nostri figli iniettate paure
per fare la cresta su dosi e obbedienza.

Se foste davvero così preoccupati,
nessuna sanzione varrebbe una vita,
ma il pizzo è gradito da industrie e privati
e chi può pagare ha più vie d’uscita.

Vaccini di massa e nessuna obiezione,
perché essere liberi è un danno infettivo!
Radiate dottori infangandone il nome:
chi ha alternative è un uomo abusivo.

Gli artigli dei graffi sul nostro passato
diventano aghi su un nuovo bersaglio,
giurate alcun rischio, che è tutto testato,
se è morto qualcuno è soltanto un dettaglio.

Negate una scelta a chi prova paura
per dodici sieri da imporre per legge,
un caso che puzza di guai e dittatura
che uccide i suoi figli ma salva il suo gregge.

Di certo agli abusi opporrò i miei diritti,
la mia libertà a siringhe di stato,
subire soprusi e restarsene zitti
è l’ultima resa di chi è calpestato.

2 267

2 thoughts on “Dodici sieri

  1. Simone 1 mese ago

    Grazie Luca.
    Un papà.

  2. Raffaele 1 mese ago

    Fotografia ad altissima definizione in un contesto interiore reso sfolgorante dall’immensa luce del tuo cuore. Esternazione cristallina dell’anima! Ti applaudo col battito del mio cuore!