Non è per gli slogan urlati per strada
che perde la voce chi fa rimostranza,
di ogni corteo, comunque poi vada,
la voce è già poca, perché in minoranza.

Benché non mi fidi di questi governi,
che di porcherie ne han fatte peggiori,
ho scritto lo stesso i miei versi in quaderni
e urlato il mio sdegno con più genitori.

Ma se dubitiamo su effetti e interessi,
la gente ci giudica ingenui e incoscienti,
qualunque sia il dato che lascia perplessi,
ne esistono certo di più pertinenti.

Del resto la scienza conforta il paese,
purché neghi nessi tra danni e vaccini,
nient’altro è attendibile, appare palese,
neppure gli indizi di infausti destini.

Timori e inquietudini, pur tuttavia,
non fanno di me un’etichetta da inchiesta:
no vax, anti vax o free vax che sia,
ma un padre dubbioso dal cuore alla testa.

Non è per oppormi ai vaccini che scrivo,
se soli e distinti ne apprezzo l’azione,
contesto e rigetto un decreto coattivo
che vìola diritti e Costituzione.

Soltanto un governo ottuso e arrogante
s’impone al paese con un’estorsione,
invece di ambire a un confronto costante
induce i suoi figli a cambiare nazione.

[Continua…]

Risorse
Scopri il brano omonimo a sostegno della libertà vaccinale:
Dodici sieri

0 80